Regolamento privacy - Uomo Mondo

Vai ai contenuti

Regolamento privacy

Il Regolamento UE 2016/679, noto come DGPR (acronimo di General Data Protection Regulation) entrato in vigore il 25 maggio 2018, detta una nuova disciplina in materia di trattamento di dati personali e di libera circolazione degli stessi.
Il Regolamento, inoltre, ridefinisce i diritti della persona rispetto ai propri dati personali, in particolare quelli connessi alla loro protezione.
Per rispettare il regolamento, le associazioni e gli enti assimilabili, nel caso di raccolta di dati personali, come ad esempio in occasione dell’iscrizione del socio o dell’adesione ad una attività associativa, devono comunicare un’apposita informativa sul trattamento dei dati personali. L’informativa informa l’interessato dei dati oggetto di trattamento, delle finalità e delle modalità del trattamento, del periodo di conservazione dei dati, e più in generale dei vari diritti a tutela della sua privacy.
Le novità del GDPR sono numerose e differiscono a seconda della dimensione del titolare del trattamento, della tipologia di trattamento, della quantità di dati raccolti e della modalità del loro utilizzo.
In sintesi, le novità più rilevanti per le organizzazioni di volontariato riguardano:
  • l’obbligo di informativa: è previsto per qualunque titolare del trattamento. Tutte le attuali informative dovranno essere sostituite o integrate con i nuovi contenuti previsti dall’art. 13 del Regolamento;
  • i dati “sensibili” diventano dati “particolari” con riferimento ai dati idonei a rivelare l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, e ai dati genetic (dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute, ecc.), per i quali la regola generale rimane quella dell’obbligatorietà dell’autorizzazione al trattamento;
  • la profilazione del dato: qualsiasi forma di trattamento automatizzato, consistente nell’utilizzo di dati personali per valutare determinati aspetti personali relativi a una persona fisica, richiede, oltre ad una specifica informativa, anche un’espressa autorizzazione da parte del titolare del dato;
  • le misure di sicurezza: scompaiono le misure minime previste dal vecchio Codice della Privacy. Ogni titolare del trattamento dovrà infatti approntare le misure che ritiene più adeguate alla protezione dei dati raccolti e trattati, tenendo conto della natura, dell’oggetto, del contesto e delle finalità del trattamento.
  • il sistema sanzionatorio.

Ulteriori informazioni su Il nuovo GDPR - CSV Padova



Associazione UOMO MONDO ODV Via Grave di Papadopoli, 35 31100 Treviso Cod. Fisc. 94058930267
Torna ai contenuti